Un antiquario al Kremlino

Un antiquario al Kremlino
di Marco Datrino

unantiquarioalKremlino300h.jpgLa lunga storia di una famiglia di mercanti d’arte nasce un giorno di maggio del 1947, quando il destino decide che Carlo Datrino, commerciante di metalli di Trino, diventi antiquario.
E, sul solco tracciato dal padre, il figlio Marco procede accumulando successi e raggiungendo vertici incredibili. Con la sola costanza e senza il minimo appoggio riesce:
• a godere la fiducia del presidente dell’URSS;
• a essere annoverato tra i creatori della Fondazione per il patrimonio culturale russo;
• a portare in un minuscolo borgo canavesano i favolosi tesori dei musei del Cremlino, mai usciti fino ad allora del territorio russo, per quanto ambìti dai più importanti musei dei cinque continenti;
• a realizzare una mostra ritenuta a giudizio unanime la più importante del mondo;
• a far arrivare a Torre Canavese (600 abitanti) centinaia di migliaia di visitatori estasiati, e non solo dall’Italia…
Il libro narra queste incredibili vicende, illustrandole con immagini eccezionali.