L’uomo che non esiste

L’uomo che non esiste
di Michele Morandi

Copertina-uomo-che-non-esiste.jpgIl racconto esamina la prima parte della vita del protagonista, Maurilio Mirabella, quella vissuta a Napoli nel periodo della sua crescita e del suo sviluppo relazionale. 
La trama è costituita da un susseguirsi cronologico di episodi segnati da profonde contraddizioni, mentre la descrizione degli avvenimenti è corredata da considerazioni sull’influenza del protagonista su tutte le persone che lo hanno conosciuto.
Il profilo del personaggio è esposto attraverso il filtro interiore dello scrittore che ha vissuto, attraverso l’amicizia con lui, uno spaccato temporale ricco d’emozioni.
In particolare, viene sviluppato il tema legato al talento, posseduto solo da alcuni, di colmare spazi della propria psicologia, altrimenti inesplorati, dei quali se ne disconosce l’esistenza perché legati all’irrazionalità e al bisogno di affrancarsi dalla quotidianità.
Alcune conversazioni sono in dialetto napoletano, per rendere più aderente l’idea del lettore al contesto e al personaggio.
Il risultato delle relazioni raccontate si risolve nel sospetto che il protagonista in realtà non sia mai veramente esistito, frutto probabile dell’incompletezza di chi lo ha vissuto.
Il lavoro è tratto da una storia vera, i nomi sono quasi tutti di fantasia e gli accadimenti sono descritti in un mix di trasposizione letteraria e racconto reale del passato.

Il volume, che ha un prezzo di listino di € 15,00, è stato presentato in anteprima il 18 marzo 2013 presso la Libreria Guida
di Napoli, in via Port'Alba 20/23 e poi il
6 aprile 2013 a Torino presso Piemonte Libri in via San Tommaso 18. 
E' stato anche presentato il 19 maggio 2013 al Salone Internazionale del Libro di Torino, con letture di Cinzia Mirabella e
il 15 giugno 2013 alla Tenuta La Maragliana di Castel Rocchero, con letture di Stefano Sarcinelli.