Una vita tra quattro mari

Una vita tra quattro mari
di Silvio Daneo

una_vita_tra_quattro_mari_300h.jpgFu chiesto a Silvio Daneo, tempo fa, di scrivere i fatti più importanti avvenuti agli inizi del Movimento dei Focolari in Nord America e in Asia, perché rimanessero “agli atti” in quanto scritti dai testimoni oculari o dagli stessi protagonisti, come nel suo caso.
Mano a mano che la memoria gli riportava alla mente episodi ed esperienze di quegli anni, si rendeva conto che, sebbene uno dei protagonisti fosse stato lui, in realtà l’autore era un Altro, la cui mano invisibile lo aveva afferrato nel 1959, permettendogli di percorrere la lunghissima strada fin qui.
Buona parte della sua vita si è svolta entro quattro mari, oltre a quello Mediterraneo: l’Oceano Atlantico, l’Oceano Pacifico, l’Oceano Indiano e il Mare Giallo o Mare Cinese. 
Non ha certo inteso scrivere su se stesso, ma sul lavoro compiuto da Lui. Questa consapevolezza gli ha permesso di dire tutto ciò che è avvenuto e come è successo, sapendo che il merito di tutto ciò che di buono, positivo, fruttuoso è successo, va all’Autore; se qualcosa è andato storto, se errori ci sono stati, la colpa è stata sua perché, come  strumento nelle mani dell’Artista, non è stato abbastanza docile.
Queste esperienze, quindi, sono un ringraziamento all’Autore vero, per avere usato la Sua mano invisibile, ma forte e decisa, costringendolo a seguirlo in una straordinaria avventura che sta tutt’ora vivendo. Il volume è uscito a ottobre 2016 e ha un prezzo di € 15,00.