Il rovescio della coscienza

Il rovescio della coscienza
di Monica Traversa

IL-ROVESCIO-DELLA-COSCIENZA.jpg

Sullo sfondo di una Torino innevata e alle porte del periodo natalizio, tre agenti e un commissario della Polizia Municipale si trovano alle prese con un sinistro stradale dai contorni incerti. 
In una città dove la sobrietà è una parola d’ordine e il non far rumore un imperativo categorico, i Vigili Urbani cercano di farsi affidare dalla Procura della Repubblica un’indagine che esula dalla loro routine lavorativa.
Si imbattono così in due singolari funzionari dell’Agenzia delle Entrate, due magistrati non più alle prime armi, una piccola fetta della borghesia cittadina e, non ultimo, si trovano a lavorare con il Nucleo Tutela del Patrimonio dei Carabinieri.
Soprattutto, però, i personaggi sono costretti dagli eventi a fare i conti con se stessi, con i propri irrisolti problemi personali e con brandelli del passato che si affaccia a tratti, obbligandoli a intraprendere un viaggio interiore che pare essere di sola andata.
Non c’è un protagonista solo nella vicenda: il lavoro è di squadra, il successo o l’insuccesso è di tutti i suoi attori. Il personaggio principale del romanzo è l’indagine stessa, nella quale l’apparenza, alla fine dei conti, non inganna.
Il volume, che ha un prezzo di listino di € 15,00, è stato presentato in anteprima il 18 maggio 2013 al Salone Internazionale del Libro di Torino.